APPLE IPHONE 7 E IPHONE 7 PLUS

12/10/2016

APPLE IPHONE 7 E IPHONE 7 PLUS


Il design è sostanzialmente lo stesso di iPhone 6 e 6S. Quindi lo stesso dal 2014. È un male? Solo se considerate un valore la novità estetica a tutti i costi. Certo è che il look ha un che di familiare, ma allo stesso tempo il senso di déjà vu è ineliminabile: tanti i modelli che ricordano gli iPhone ormai, alcuni anche decisamente gradevoli . È altresì vero che alcuni concorrenti, Samsung su tutti, hanno recuperato il gap stilistico nei confronti di Apple e spinto le frontiere del design più in là, con nuove soluzioni come gli schermi “dual edge”, magari discutibili da un punto di pratico ma di sicuro impatto estetico.
Apple però non è rimasta ferma.  Il nero è il colore banale per eccellenza su uno smartphone, ma non lo sono affatto le due tonalità realizzate per questi iPhone 7. Quella opaca è molto gradevole, ma il “jet black” (nero lucido) è magnifico. Al tatto sembra vetro ma è invece alluminio, trasformato da un trattamento complesso in 9 passaggi. La finitura lucida attira le ditate ma meno di quanto si possa pensare. Apple avvisa però della possibilità di “micro abrasioni” alla scocca: insomma, il “jet black” (che non è possibile scegliere nel taglio di memoria base da 32 GB) è più delicato degli altri colori.
Altro vantaggio degli iPhone neri è la virtuale scomparsa delle bande nere per le antenne sul retro, ancora visibili (ma meno invadenti che in passato) nelle altre tre tonalità argento, oro e rosa. I puristi invece continueranno a odiare il bulbo della fotocamera che sporge dalla scocca: sul Plus ora è più visibile che mai.

Un punto di forza di iPhone 7 è la resistenza ad acqua e polvere. Attenzione, la certificazione IP67 esclude che possiate portare il telefono sott’acqua in piscina o, peggio, in mare. Lo standard parla di “mezz’ora a 1 metro di profondità” e Apple, per altro, non garantisce iPhone 7 per danni da liquidi. Un’apparente contraddizione che serve a parare i danni in caso di comportamenti un po’ troppo disinvolti degli utenti. Abbiamo provato a bagnare l’iPhone e a tenerlo, anche a lungo, sotto un rubinetto aperto: tutto bene. L’idea è quella: evitare danni quando lo smartphone con la Mela cade nel lavandino pieno d’acqua o in una pozzanghera. In questo la missione pare riuscita.



Articoli recenti



ANTEPRIMA SAMSUNG GALAXY A50

Pubblicato il 01/03/2019

GALAXY S10 S10+ e S10e

Pubblicato il 27/02/2019

HUAWEI PIEGHEVOLE MATE X

Pubblicato il 27/02/2019